Nel trimestre chiuso ad agosto la share di smartphone con Windows Phone è cresciuta e ora rappresenta il 9,2% (+2,8%) nei cinque principali Paesi europei (Gran Bretagna, Germania, Francia, Italia e Spagna). Questo è quanto è emerso dai dati di vendita raccolti da Kantar Worldpanel Comtech. Android continua a rappresentare il sistema operativo più diffuso con il 70,1% (+1,3%), mentre iOS è al 16,1% (+2%), segue BlackBerry con il 2,4% (-3,4%). La crescita di Windows Phone è «guidata dall’espansione di Nokia nei prodotti di fascia media e bassa con modelli Lumia 520 e 620. Due modelli che vanno a colpire le fasce di consumatori tra i 16 e 24 anni e 35 49 anni, due target che cercano uno smartphone con un buon rapporto fra funzionalità e prezzo» sottolinea Dominic Sunnebo, strategic insight director dell’istituto di ricerca.
In Italia i dati sono leggermente differenti Android è l’unico sistema operativo che cresce nel nostro Paese (addirittura a doppia cifra, 13%), rappresentando il 71,6%. Seguono iOS con il 14,4% (-0,6%), Windows Phone con il 9,5% (-0,8%) e BlackBerry con il 2,1% (-1,8%). In Germania Android mantiene il suo dominio con il 78,7%, Windows Phone cresce (5%) rappresentando l’8,8% del mercato. In UK e Francia, la share del sistema operativo di Microsoft è a doppia cifra, rispettivamente 12% (+7,5%) e 10,8% (+5,2%). In questi due paesi Android attenua il suo peso non raggiungendo la media dei cinque Paesi (Francia 63,3%, UK 56,3%), mentre iOS ha un peso maggiore (Francia 17,5%, UK 27,5%). Per quanto riguarda il resto del mondo, negli Stati Uniti il sistema operativo di Apple continua a rappresentare il 39,9%, contro il 55,1% di Android e solo il 3% di Windows Phone. In Giappone invece iOS e Android hanno registrato quasi le stesse quote di vendita, rispettivamente il 48,6% e il 47,4%, mentre Windows ha meno dell’1% di share. In Cina, infine, si ha una situazione simile all’Italia con Android sopra il 70%, iOS al 20% e Windows Phone al 2,1%.