Dopo aver annunciato l’addio al caratteristico limite dei 140 caratteri, Twitter starebbe per rinunciare ad un'altra sua particolarità fondamentale: quella dell’ordine cronologico dei tweet.

NUOVO ALGORITMO. Alcune indiscrezioni provenienti dal sito di news BuzzFeed farebbero pensare all’arrivo di un nuovo algoritmo che cambierà ulteriormente l’aspetto del social network, sacrificando una fra le sue proprietà più peculiari: i tweet infatti non verrebbero più mostrati in ordine cronologico, ma raggiungerebbero le vette della timeline in base all’attenzione e agli interessi degli utenti. In stile Facebook, insomma. La novità sarebbe stata testata su un gruppo selezionato di utenti, con discreto successo; il tutto dovrebbe facilitare l’uso di Twitter ai nuovi iscritti.

LE PROTESTE DEGLI UTENTI. Lo scopo della novità sarebbe, per l’ennesima volta, il tamponamento dell’emorragia di utenti che ha colpito la piattaforma, non più in grado di raccogliere i consensi di un tempo. I rumors non sono naturalmente passati inosservati, e non sembrano aver guadagnato il consenso degli utenti di Twitter, che non hanno tardato nel far sentire la propria voce: voce che ha cassato su tutta la linea la presunta novità, bocciata in toto nei numerosissimi tweet corredati dall’hashtag #RIPtwitter. Le proteste sono state tante da indurre il Ceo del social Jack Dorsey a mettere le mani avanti: sembra infatti che le presunte modifiche all’algoritmo non andranno ad intaccare l’ordine cronologico dei tweet, che dovrà sempre restare intoccabile.