Rai © Marco Gentili

Tra gli oltre tremila emendamenti alla legge di Stabilità figura anche la proposta (di alcuni senatori Pd e Pdl) di un incremento di sei euro del canone Rai (oggi pari a 113,50 euro) a partire dal prossimo gennaio. Si tratterebbe di aggiungere il comma 6-bis al comma 6 dell’articolo 9 della legge. L’incremento servirebbe ad assicurare le risorse al settore delle tv locali attraverso un apposito fondo di sostegno economico costituito presso il ministero dello Sviluppo economico. Il fondo non potrà subire tagli e/o decurtazioni a decorrere dal 2014. Lunedì 11 novembre il viceministro del MiSe Antonio Catricalà aveva lanciato l’allarme sul dimezzamento dei tagli al settore previsti nella legge di Stabilità, passati dai 78 milioni stanziati per il 2013 a 37,8 milioni circa. Anche Aeranti-Corallo, come riportato da Key4biz , ha chiesto il ripristino dei 150 milioni di euro previsti per il settore nel 2008-2009: l’associazione conta su un emendamento alla legge o in un maxiemendamento del governo.