I pedofili hanno scoperto i social network da tempo, ora sembrano averlo fatto anche le autorità di vigilanza inglesi. In Gran Bretagna un’applicazione di Facebook infatti permetterà a chi riceve attenzioni indesiderate di entrare in contatto con un centro di ascolto e di denunciare in tempo reale comportamenti sospetti. È un passo avanti contro gli adescamenti on line, anche se di efficacia limitata: dovrebbe dissuadere i pedofili dal tentare gli approcci e offrire aiuto ai ragazzi in difficoltà.