Il black out della serie B sul digitale terrestre potrebbe concludersi a breve. Ieri scadeva il termine per la presentazione delle offerte per i diritti tv. Solo una busta è arriva sulla scrivania del notaio incaricato di gestire la trattativa privata. Si tratta dell’offerta di Europa 7 che ha messo sul piatto circa 6 milioni di euro, la stessa cifra che la Lega era pronta ad accettare per salvare Dahlia. Mediaset, l’altro concorrente in lizza, dopo aver espresso la propria manifestazione d’interesse, non ha invece presentato alcuna offerta.

Oggi i club di serie B riuniti in assemblea decideranno se accettare o meno l’offerta della tv di Francesco Di Stefano. Il sì non è scontato, Europa 7 conta, infatti, su una piattaforma più evoluta, rispetto a quella sulla quale trasmetteva Dahlia e trasmette ancora Mediaset, ma poco diffusa. Se la Lega accettasse l’offerta di Europa 7 ci sarebbe il problema dei decoder. Problema che la stessa tv sostiene di poter risolvere nel giro di tre giorni recapitando a domicilio e in comodato d’uso fino a 200 mila decoder.

In ogni caso la Lega dovrà attendere il 14 marzo e la decisione del Tribunale di Milano al quale aveva fatto ricorso Sky.