Sta per nascere il primo di telefonia italiano. Wind e 3Italia sono infatti vicinissime alla fusione: l'accordo è in odore da tempo, ma adesso l'agenzia Bloomberg dà anche la road map dell'intesa che sarà chiuse entro tre mesi. Il terzo e il quarto operatore tricolori - di proprietà rispettivamente di VimpelCom (controllata da Alpha group del miliardario russo Mikhail Fridman) e di Hutchison Whampoa (multinazionale di Hong Kong) dovrebbero diventare un’unica società e il primo operatore italiano con oltre 30 milioni di utenti e 6,4 miliardi di ricavi.

L’a.d. di Vimpelcom, Jean-Yves Charlier, ha confermato presentando la trimestrale che la società «è in discussione con Hutchinson riguardo una possibile alleanza paritaria tra Wind e 3 Italia». A Wind andrebbe però la poltrona di Ceo: gli azionisti avrebbero scelto per l'incarico Maximo Ibarra, attuale a.d. dell'azienda di proprietà Wimpelcom.