Volkswagen © Getty Images

La Volkswagen Golf elettrica, in mostra a Berlino, nella tradizionale conferenza stampa del gruppo tedesco

Chi osa e investe viene premiato. È questo che lasciano intendere i vertici di Volkswagen, nel celebrare risultati da record per il gruppo che, nel 2013 e con i suoi 12 marchi (Vw, Audi, Porsche, Skoda, Seat, Lamborghini, Bentley, Bugatti, Vw veicoli industriali, Man, Scania e Ducati), ha venduto 9,7 milioni di veicoli a quattro ruote. Ma non solo: a gennaio e febbraio i dati parlano di un milioni e 467 mila veicoli consegnati, il 4,7% in più rispetto allo scorso anno. Se la media verrà mantenuta (o ridotta anche al +3,5%), l’obiettivo dei 10 milioni di veicoli prodotti all’anno sarà rispettato con ben quattro anni d’anticipo e il sorpasso su Toyota diventerà realtà.
E i conti? Anche quelli, da record: l’utile di gestione è pari a 11,7 miliardi, con ricavi aumentati del 2,2%. Crescono anche i dipendenti, 23 mila in più in tutto il mondo, mentre i lavoratori tedeschi hanno ricevuto un premio di produzione di 6.200 euro. Da qui al 2018, l’obiettivo è di raggiungere i 600 mila occupati, a oggi 570 mila.