Altroconsumo descrive la mappa del rispamio al supermercato. Con un'indagine su 885 punti vendita in 68 città italiane, l'associazione ha censito oltre un milione di prezzi (su 105 categorie di prodotto) scovando le regioni più convenienti per l'acquisto dei prodotti di marca. La palma di regione più economica va alla Toscana, dove il carrello può costare 400 euro in meno che in Sicilia. Al Sud in generale la maglia nera dei prezzi.

PARADISO DELLA SPESA. La spesa-tipo per i prodotti di marca costa 6.350 euro all'anno. Al di sotto della media ci sono le regioni sostanzialmente del Nord, con anche Veneto e Piemonte oltre appunto a Firenze a regalare sorrisi ai consumatori. Verona conquista il titolo di città più economica (300 euro in meno), mentre la catena dei sogni è Emisfero ma è diffusa solo nel Nord-Est. Seguono Galassi e FamilaSuperstore, davanti a Esselunga. Quarto posto per l'ex leader, U2 Supermercato, accanto ad Auchan e Bennet. Nel Mezzogiorno l'unica regione "in promozione" è la Puglia, con Palermo e Pescara (insieme con Ascoli e Aosta) i capoluoghi di provincia più cari.

CONCORRENZA. Per non parlare di altre categorie, con i prodotti a marchio commerciale (Coop, Carrefour ed Esselunga) che possono consentire risparmi fino a duemila euro (2.300 a Chieti) soprattutto da Iper e U2. O gli hard discount (Ld Market, D-Più ed Eurospin) che possono dimezzare la spesa (3.500 euro in meno a Trieste e Aosta) per una famiglia con tre componenti.

La classifica della convenienza:

SUPERMERCATO PUNTEGGIO
Emisfero 100
Galassia 101
Famila Superstore 101
Sselunga 102
Famila 103
Spak 104
Bennet 104
Alì 104
U2 Supermercato 104
Auchan 104
Ipercoop 105
Iper 106
Ipersimply 106
Panorama 106
Coop 106
Conad Ipermercato 106
Super A&O 106