Il mercato immobiliare statunitense dà segni di ripresa: a dicembre 2010 ha fatto registrare un aumento del 13,2% sulle vendite rispetto al mese precedente. Lo ha reso noto il network di franchising immobiliare internazionale Re/Max sulla base di un’indagine condotta in 54 aree metropolitane. Benché le vendite siano inferiori del 5% rispetto al dicembre 2009, si tratta del decremento anno su anno più basso registrato negli ultimi cinque mesi del 2010. E mentre diversi analisti continuano a prevedere un serio ribasso dei prezzi delle case durante il 2011, il “Re/Max National Housing Report”, mostra una caduta dei prezzi pari solo al 2,2% rispetto al dicembre del 2009.