Arriva il credito d’imposta per le imprese del Sud Italia. La Legge di Stabilità è in stand-by alla Camera, ma iniziano ad arrivare le prime proposte di modifica elaborate da governo e relatori. La più importante riguarda il Meridione dove il governo stanzierà 2,4 miliardi di euro nei prossimi quattro anni per permettere alle aziende (agricole comprese) di godere dal 2016 di un credito d’imposta automatico per gli investimenti in macchinari, in impianti in e attrezzature per un totale di 2,4 miliardi di euro. Resta bloccato, al momento, il provvedimento per favorire le assunzioni: gli sgravi fiscali sarebbero vincolati alla verifica dei fondi disponibili.

COSA PREVEDE IL CREDITO D’IMPOSTA PER IL SUD. Tornando al credito d’imposta, l'emendamento del governo prevede che varrà per le imprese “ubicate nelle zone assistite di Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo”, con l'eccezione di quella attive nei settori dell'industria siderurgica, carbonifera, navale, energetica e bancaria. La misura introduce dei tetti fissati in base alle dimensioni d'impresa: il primo, come riportato dall’Ansa , è pari a 1,5 milioni di investimento per le piccole imprese che godranno di uno sconto del 20%, il secondo si ferma a 5 milioni per le medie imprese, che potranno contare su uno sconto del 15%, il terzo è fissato invece a 15 milioni per le grandi imprese cui sarà destinato uno sgravio del 10%. Gli stanziamenti ammontano a 619 milioni l'anno dal 2016 al 2019, per un totale di oltre 2,4 miliardi, reperiti in gran parte dal Fondo di sviluppo e coesione.