Nessuno si aspettava un’adesione di massa. Ma la resa del 2 per mille ai partiti è stata addirittura inferiore alle aspettative. Stando infatti ai dati diffusi dal dipartimento delle Finanze del Tesoro, su 41 milioni di contribuenti che utilizzano il 730, appena 16.518 hanno versato un contributo ai partiti per una cifra totale di soli 325 mila euro.

AL PD CIRCA 200 MILA EURO. A beneficiare di queste donazioni fiscali è stato soprattutto il Partito Democratico. D’altronde dei 16.518 versamenti, 10 mila erano a favore del Pd che dunque è riuscito a incassare 199.099 euro. Al secondo posto la Lega Nord, con 28.140 euro, al terzo Forza Italia con 24.712 euro. Fuori dalla “Top 3” Sinistra ecologia e Libertà di Nichi Vendola (23.287 euro) e il Partito socialista italiano che, con poco meno di 10 mila euro di donazioni (9.686 euro) si vede addirittura superato dal partito Sudtiroler Volkspartei, a quota 16.600 euro. E ancora: a Fratelli d'Italia vanno 9.326 euro, a Scelta Civica 7.102 euro, all’Udc 3.084 euro. Fanalino di coda il Partito Autonomista Trentino Tirolese, che si deve accontentare di appena 656 euro.