© Getty Images

Si apre oggi a Lima, in Però, il 20esimo vertice annuale sul clima dell'Onu. Con 190 delegazioni presenti, si cercherà di porre le basi per un accordo globale sulla riduzione delle emissioni dopo la scadenza del protocollo di Kyoto).

L'appuntamente decisivo sarà il prossimo anno a Parigi con Cop21. Intanto si riparte dalla prima base di trattativa messa tra Obama e Xi Jinping con una durata però molto lunga per sventare da una parte l'aumento della temperatura di due gradi, dall'altra senza pregiudicare lo sviluppo dei Paesi emergenti.

FARLO DIVERSO. L'Ue spingerà invece per inserire due punti fondamentali: l'aumento delle rinnovabili e il miglioramento dell'efficienza energetica.

«Cop20 è una cartina di tornasole per la volontà politica di raggiungere un accordo mondiale ambizioso ed equo sul cambiamento climatico», dichiara Mariagrazia Midulla, responsabile Clima ed energia di Wwf Italia al Corriere della Sera .

ALLARME FORESTE. Tra i temi al centro della discussione ci sarà anche la deforestazione, visto che le emissioni derivanti dai processi di deforestazione hanno raggiunto nel 2013 la cifra di 3,3 miliardi di tonnellate, pari all’8% delle emissioni totali.