Matera © Basilicata Turistica

Matera è la città a più alta disponibilità di verde urbano in Italia: 978,2 m2 per abitante

In città il verde urbano conquista terreno. Non solo parchi e giardini pubblici, ma anche aiuole spartitraffico, giardini di quartiere orti urbani contribuiscono sempre di più ad aumentare gli “spazi green” a disposizione per ogni cittadini. Secondo i dati pubblicati lo scorso mese dall’Istat il verde urbano dei comuni capoluogo di provincia cresce, anche se a piccoli passi: nel 2012 si calcola uno spazio di 31,4 m2 per ogni cittadino, in crescita di circa l’1%. In generale il verde urbano è più distribuito nel Nord Italia, con il 43% dei comuni che offre agli abitanti una buona disponibilità di aree come parchi, giardini, aiuole e orti urbani; ma anche al Centro e nel Mezzogiorno – dove la percentuale scende al 30% – si contano vere e proprie oasi di verde urbano (Matera, con 978,2 m2 per abitante, è la città a più alta disponibilità di verde urbano in Italia).
Secondo la Confederazione italiana agricoltori, questo trend positivo è stato colto con tempismo dall’agricoltura italiana che, negli anni, ha promosso una nuova sinergia con l’architettura, lavorando a soluzioni urbanistiche innovative in grado di rispondere alle nuove esigenze della vita urbana. Ovvero un verde non più limitato ad aree circoscritte della città ma che penetra nel tessuto e nel dna delle stesse costruzioni. Ed è così che nascono realtà come i giardini verticali, muri vegetali e i “garden roof”. Le nuove forme del verde urbano.