Angeli green. Dopo Benetton Group, un’altra importante adesione al Detox di Greenpeace. Victoria’ Secret ha aderito al programma che prevede di eliminare definitivamente, entro il 2020, l’utilizzo di sostanze chimiche tossiche lungo la catena di produzione e fornitura. Ad annunciarlo ufficialmente Limited Brands. L’azienda statunitense, a cui fanno capo i marchi Victoria’s Secret e La Senza, è così la 14esima realtà del mondo della moda che aderisce al programma di Grennpeace.

Lanciato da realtà della moda quali adidas, C&A, H&M, Li-Ning, Nike e Puma nel novembre del 2011 (dopo che un report di Greenpeace denunciava la presenza di sostanze tossiche negli abiti sportivi delle grandi marche), Detox ha l’ambizioso obiettivo di far raggiungere alle aziende che vi aderiscono il difficile traguardo degli zero residui chimici. Deadline: il 31 dicembre del 2020. Fulcro del progetto: una comune tabella di marcia che, stabilendo un nuovo standard di prestazioni ambientali per il mondo dell’abbigliamento, del lusso e delle calzature, impone impegni specifici e scadenze da rispettare per far giungere le diverse realtà alla realizzazione dello stesso obiettivo.