Via libera al provvedimento che rinvia al 20 dicembre il pagamento dei contributi previdenziali per le aziende colpite dall'alluvione in Veneto. “Il provvedimento – ha spietato il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi – si applica applica agli alluvionati individuati dai commissari per l'emergenza che sono i presidenti delle Regioni”. Il ministro ha annunciato inoltre che nel decreto milleproroghe di fine anno sarà inserita la possibilità di un ulteriore rinvio al 2011.

Zaia: “Spero nei primi rimborsi prima di Natale”
Il governo ha indicato in 300 milioni di euro la cifra da stanziare per sostenere le aree colpite dall'alluvione. Una cifra che il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, spera di poter vedere “prima di Natale” affinché si possano dare i primi rimborsi dei danni alle popolazioni colpite dall'alluvione di inizio novembre. Zaia, commissario straordinario per l'emergenza maltempo in Veneto, ha confermato l'intenzione di “chiudere l'inventario entro il prossimo 6 dicembre” e di sperare che prima delle festività natalizie “si possano dare almeno degli acconti rispetto che alle cifre che ci hanno già definito, che sono i 300 milioni di euro”. In base alla raccolta dei dati in corso verranno stilate delle classifiche per determinare le situazioni alle quali dare una risposta prioritaria. Zaia ha confermato che il Governo ha concesso una deroga al prossimo 10 dicembre per verificare chi può usufruire della sospensione del pagamento delle tasse. “Tolleranza zero” per coloro che dovessero approfittare “dell'immagine dell'alluvione per fare soldi”.