Roma Capitale d'Italia ma non solo, infatti, TomTom Traffic Index, accurato barometro a livello mondiale del traffico nelle aree urbane, ha decretato che la bellissima Roma è la città d'Italia più trafficata. Ben 4 sono i giorni all'anno che automobilisti e motociclisti perdono nel traffico cittadino di Roma, a concludere questo podio dell'imbottigliamento abbiamo Milano al secondo posto e Napoli al terzo. Lo scettro di città più trafficata del Mondo, invece, va a Istanbul, seguita da Mexico City e Rio de Janeiro. Questo studio prende in considerazione tutto l'anno 2014 e si basa sul rilevamento dei dati di percorrenza reali misurati sull’intero network stradale di ben 146 città in tutto il mondo con una popolazione superiore a 800.000 abitanti, studiando 10 trilioni di misurazioni, grazie a un database che ogni giorno cresce di oltre 5 miliardi di misurazioni. Con un indice di congestione del traffico pari al 38%, Roma si guadagna anche la 13° piazza su scala mondiale. Per percorrere un tratto di strada all'interno della capitale occorre ben il 38% di tempo in più rispetto a quello che verrebbe impiegato in una situazione di traffico regolare. Ogni ora i romani perdono immersi nelle vie della Capitale ben 24 minuti, numeri non certo positivi che mettono Roma ai livelli di città ben più grandi come Istanbul, Rio de Janeiro, Mosca o San Pietroburgo. In un solo anno un automobilista romano spende ben 93 ore della sua vita in coda. Il giorno peggiore del 2014? Il 19 dicembre: era l’ultimo venerdì prima del break natalizio, dove la foga per i regali e le commissioni dell'ultimo minuto devono essere costate care ai nervi e alla pazienza degli automobilisti. Al 2° posto Milano, che chiude con un indice di congestionamento del 30%. I giorni no per gli automobilisti meneghini sono il lunedì mattina e il venerdì sera dove il segnale del Tom Tom Traffic rileva un indice rispettivamente del 71% e 67%. Il terzo gradino del podio nella classifica delle città più trafficate d’Italia va a Napoli: sui circa 8900 km di rete stradale partenopea, i napoletani perdono 75 ore all’anno bloccati nel traffico, arrivando a destinazione con almeno 20 minuti di ritardo.