La copertina dell'articolo del Time

“I leader sono messi alla prova quando la gente non vuole seguirli. Per aver chiesto alla Germania più di quanto la maggior parte dei politici non avrebbe osato e aver offerto leadership morale risoluta in un mondo dove è scarsa, Angela Merkel è la persona dell'anno”. Con questa motivazione la rivista settimanale americana Time ha scelto il cancelliere tedesco come Personaggio dell’anno 2015 definendola il “cancelliere del mondo libero”. All’interno del settimanale viene citata la leadership della Merkel in Europa, dalla crisi greca a quella dei rifugiati, e la forte risposta al “furto strisciante dell'Ucraina da parte di Vladimir Putin”. Secondo la direttrice del Time Nancy Gibbs,”non una volta o due, ma per tre volte ci sono state ragioni di chiedersi quest'anno se l'Europa avrebbe potuto continuare a esistere non solo culturalmente o geograficamente, ma anche come ambizioso progetto politico”. Puoi andare o non andare d'accordo con lei, ma “la Merkel è una che non sceglie strade semplici”, spiega Gibbs.
Dal 1927 la rivista statunitense sceglie le personalità o il gruppo di persone che “nel bene o nel male ha fatto il massimo per influire sugli eventi dell'anno”; per questo, tra i più influenti del 2015, al secondo posto si posiziona il Califfo dell’Isis Abu Bakr al Baghdadi. Sul gradino più basso del podio il repubblicano Donald Trump, candidato alle presidenziali Usa, che ha criticato le scelte del Time: “L'avevo detto che Time non mi avrebbe scelto nonostante fossi il favorito. Hanno scelto una che sta rovinando la Germania”.

PRIMA DONNA IN 30 ANNI. Merkel, 61 anni, dieci da cancelliere della Germania, è la quarta donna a essere scelta da Time e la prima in quasi 30 anni, da quando nel 1986 la palma toccò alla leader dell'opposizione filippina Corazon Aquino (le altre sono la Duchessa di Windsor Wallis Simpson e nel 1952 la regina Elisabetta).