Ci vorranno vent’anni per raggiungerla: Alpha Centauri, il sistema stellare più vicino a quello solare, è l’obiettivo delle astronavi a vele solari che è al centro della proposta finanziata dal miliardario russo Yuri Milner, che ha investito sulla missione 100 milioni di dollari e ha ottenuto il sostegno dell’astrofisico Stephen Hawking e del fondatore di Facebook Mark Zuckenberg.

VELE SOLARI. La missione, che ha preso il nome di Breakthrough Starshot, partirà alla volta di Alpha Centauri e percorrerà una distanza pari a4,37 anni luce (circa 41.000 chilometri) a una velocità pari al 20% della velocità della luce. Tale impressionante viaggi avverrà grazie a una tecnologia già nota che funziona non grazie a dei motori, ma mediante la propulsione ottenuta utilizzando la luce: il razzo dovrebbe funzionare grazie infatti alle cosiddette “vele solari”, che una volta fuori dall’orbita terrestre riceverebbero delle spinte ad avanzare attraverso fasci laser molto concentrati sparati dalla Terra.

LA MISSIONE. A guidare la missione potrebbe essere Pete Worden, ex direttore del Centro di ricerca Ames della Nasa, ritiratosi nel 2015. Il suo ruolo sarebbe quello di controllare un razzo convenzionale perché rilasci in orbita una piccola flotta di astronavi di dimensioni molto ridotte (pari a quelle di un cellulare) equipaggiate dalle vele solari. I minuscoli veicoli sarebbero poi in grado di lasciare il Sistema Solare in non più di tre giorni, contro i nove mediamente impiegati da sonde come la New Horizons diretta a Plutone, e partire alla volta di Alpha Centauri.