Risultati elezioni in Spagna, 2011 © GettyImages

Storica vittoria dei conservatori in Spagna. Dopo sette anni di governo socialista il Partito popolare guidato da Mariano Rajoy ha ottenuto la maggioranza assoluta del Parlamento al termine delle elezioni indette per sostituire il dimissionario governo Zapatero. Il Pp ha ottenuto 187 seggi, 33 più del 2008 e tre più del suo massimo storico nel 2000; i socialisti invece si sono fermati a 110 seggi, 59 in meno del 2008. A Rajoy, che si insedierà il prossimo 13 dicembre, spetta ora il difficile compito di guidare il paese fuori dalla crisi economica.
Il nuovo parlamento spagnolo sarà più frammentato che in passato con sette gruppi parlamentari e un gruppo misto di cui fanno parte sei formazioni. L'estrema sinistra approfitta del crollo socialista e passa da due a undici deputati, mentre una nuova coalizione di tre partiti indipendentisti baschi (Amaiur) ha debuttato in Parlamento ottenendo sette seggi. La formazione politica della “izquierda abertzale”, potrà formare un proprio gruppo parlamentare, nella nuova fase che si apre dopo la rinuncia dell'Eta all'attività armata.