©Nasa

Lo Shuttle Endeavour lascia la Stazione Spaziale Internazionale

Lo Shuttle Endeavour sta tornando a casa, il suo ultimo viaggio nello Spazio, quello che lo vede protagonista della missione STS-134 della Nasa, terminerà presumibilmente mercoledì 1 giugno alle 7:32 (ora italiana) quando è previsto l’atterraggio della navicella spaziale al Kennedy Space Center in Florida. L’Endeavour, che si è staccato dalla Stazione Spaziale Internazionale alle 3:55 di lunedì 30 maggio dopo essere stato agganciato all’avamposto spaziale per 12 giorni, sta infatti viaggiando in direzione della Florida. Con lo Shuttle rientreranno sulla Terra anche i sei membri dell’equipaggio tra i quali l’astronauta dell’Esa Roberto Vittori. Si conclude così una missione di 16 giorni il cui obiettivo principale è stato compiuto il 19 maggio quando il rivelatore di raggi cosmici l’AMS-2 (Spettrometro Magnetico Alpha) è stata installato all’esterno Stazione Spaziale Internazionale, montato sul traliccio destro S3. L’installazione del ‘cacciatore di materia scura’ ha richiesto tre ore di lavoro, tre lunghe ore durante le quali l’AMS è stato protagonista di una sorta di danza a gravità zero. Una volta terminata l’istallazione l’AMS ha iniziato a raccogliere dati, informazioni fornite dalle sorgenti cosmiche alla ricerca di prove della presenza di antimateria.