governo Letta

La squadra del governo Letta al completo

Un Esecutivo composto da più forze politiche e da qualche tecnico, 21 ministeri di cui 8 senza portafoglio; 7 dicasteri saranno guidati da una donna, un record per un esecutivo italiano; ma non solo: ci sarà anche il primo ministro di colore per l’Italia. Sono le caratteristiche del primo governo targato Enrico Letta, che ha giurato davanti al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nella mattinata di domenica 28 aprile; una giornata fortemente condizionata dal gesto di un folle davanti a Palazzo Chigi (vedi titoli telegiornali).
Tra i componenti scelti da Letta spicca il nome di Cécile Kyenge, italiana di origine congolese alla quale è stato assegnato il ministero dell’Integrazione; ma anche quello di Josefa Idem, celebre ex canoista e ora deputata del Pd alla quale è stato affidato il ministero delle Pari opportunità, Sport, Politiche giovanili. Da segnalare nella squadra di Letta anche la presenza di due ‘tecnici’, Enrico Giovannini (finora presidente Istat) e Fabrizio Saccomanni (finora direttore generale della Banca d’Italia) ai quali è stato assegnato rispettivamente il ministero del Lavoro e il ministero dell’Economia e delle Finanze.

LA FIDUCIA. Oggi alle 11 la Camera dei deputati aprirà i battenti per la conferenza dei capigruppo, poi alle 15 è in programma il discorso programmatico di Enrico Letta in Aula per il voto di fiducia; la maggioranza a Montecitorio si ottiene con 316 voti (numeri che il governo Letta dovrebbe avere in tasca). Domani, martedì 30 aprile, si voterà in Senato, dove la maggioranza sarà di 159 voti.