referendum © GettyImages

Se n’è parlato per mesi, spesso in tono polemico, a volte anche in modo costruttivo. Domani e lunedì sarà finalmente il momento di scegliere su tre argomenti di primo piano: energia nucleare, gestione dell’acqua e legittimo impedimento. La prima decisione che dovranno prendere gli italiani è se votare o non votare: perché il referendum sia valido deve aver partecipato almeno il 50% più uno degli aventi diritto al voto. Secondo le fonti del Viminale i referendum interesseranno 47.118.784 elettori, di cui 22.604.585 maschi e 24.514.199 femmine. A questi vanno aggiunti 3.299.905 di elettori della circoscrizione estero . Le sezioni in tutta Italia saranno 61.601. Quattro i quesiti a livello nazionale: una scheda di colore rosso riguardante la gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica (es. acqua, rifiuti e trasporti); una scheda di colore giallo per la determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito; una scheda di colore grigio riguardante la produzione di energia elettrica nucleare; una scheda di colore verde per il legittimo impedimento (guida al voto, per ogni argomento una scheda dettagliata in fondo all’articolo).
Per votare bisogna presentarsi negli uffici della propria sezione elettorale esibendo un documento di riconoscimento e la tessera elettorale personale (in caso di smarrimento si può chiederne un duplicato agli uffici comunali anche nei giorni della votazione).
Come si vota: su ogni scheda vengono riportati il numero del referendum, la rispettiva denominazione e il quesito. Ciascun elettore ha diritto di esprimere il voto, con la matita copiativa, tracciando un segno sul riquadro corrispondente alla risposta da lui prescelta [“SI” o “NO”]. Votando SI, il cittadino esprime la volontà di abrogare le norme sottoposte a referendum; votando NO esprime la volontà di mantenere in vigore le norme sottoposte a referendum. È possibile ritirare, e quindi votare, anche solamente la scheda per uno o per alcuni dei quesiti referendari.

Guida al voto: gestione dell'acqua

Guida al voto: referendum sul nucleare

Guida al voto: legittimo impedimento

Voto: domenica 12 giugno, dalle ore 8,00 alle ore 22,00, e lunedì 13 giugno, dalle ore 7,00 alle ore 15,00.
Da lunedì pomeriggio tutti i risultati elettorali e i dati relativi all’affluenza alle urne saranno consultabili in tempo reale sul sito: www.interno.it.