© Getty Images

Manca ancora la comunicazione ufficiale del governo, ma la vertenza che aveva contrapposto governo e rappresentanze sindacali sembra aver trovato una composizione.

I soldi per il personale dei comparti sicurezza, difesa e soccorso pubblico sono stati trovati. L’incontro tra Luca Lotti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, e i ministri Roberta Pinotti (difesa), Andrea Orlando (giustizia), Pier Carlo Padoan (economia) e Angelino Alfano (iinterni), ha portato al reperimento del miliardo di euro circa necessario a sbloccare gli stipendi delle forze dell'ordine. 440 milioni verranno messi a disposizione dai ministeri, 530 dal governo e 119 arriveranno dai fondi di perequazione.

A fronte di questo i sindacati di categoria hanno dato la propria disponibilità a far rientrare le proteste minacciato nelle scorse settimane. Unica eccezione il Sap, che appare deciso a portare avanti il confronto.

Soddisfatto il ministro dell’interno Angelino Alfano: «Mi pare che l'atteggiamento dei sindacati sia un cambiamento di approccio che rende ancor più semplice il cammino e sono convinto che, scongiurata l'idea dello sciopero come minaccia, possa esserci un incontro anche con il presidente del Consiglio».