I Paesi europei in cui gli espatriati sono più felici? Germani e Svezia

State meditando di lasciare l’Italia per andare alla ricerca di lidi migliori in cui lavorare e vivere? Se volete restare in Europa, allora valutate seriamente l’idea di trasferirvi in Germania. Secondo un sondaggio di Hsbc Expat e condotto online da YouGov tra marzo e aprile 2018 su 22 mila espatriati in tutto il mondo, quello tedesco è il primo Paese europeo per qualità della vita offerta agli stranieri trasferiti e il terzo nella classifica mondiale. La medaglia d’argento spetta alla Svezia, che si classifica prima nella voce “attenzione alla famiglia e al benessere dei bambini”. Altra meta appetibile è la Svizzera: grazie alla sua solidità finanziaria, agli ottimi stipendi e alla tranquillità a lungo termine che è in grado di regalare agli espatriati, riesce a salire sul gradino più basso del podio. Quarta è la Francia, un posto in cui, secondo gli expat, è facile integrarsi, immergersi nella vita e cultura locale e imparare la lingua. Quinta in classifica è la Spagna, apprezzata in modo particolare per il rapporto fra lavoro e qualità della vita, parametro in cui conquista il secondo piazzamento. 

Singapore: la città ideale per emigrare in Asia

Se si è disposti a un trasferimento a più lungo raggio, allora la scelta potrebbe ricadere su Singapore. Secondo il sondaggio, infatti, la metropoli asiatica è il luogo che offre le opportunità maggiori a chi ha deciso di trasferirsi. Per gli intervistati è la città ideale, da tutti i punti di vista: economico, lavorativo, famigliare e sociale. Al secondo posto fra le mete extraeuropee, invece, si piazza la Nuova Zelanda.