© Barbara Davidson - Los Angeles Times

Uno degli scatti di Barbara Davidson, premiati con il Pulitzer. Nella photogallery le altre immagini

Per la sesta volta nella sua storia, il Los Angeles Times si aggiudica il premio principale del Pulitzer, il riconoscimento giornalistico americano per eccellenza. Il quotidiano statunitense è stato scelto per una serie di articoli sulla corruzione dell'amministrazione di un piccolo centro, abitato in prevalenza da famiglie povere, della contea di Los Angeles. Due premi sono andati al New York Times . il quotidiano newyorkese ha vinto il Pulitzer del miglior commento con David Leonhardt e quello dei miglior servizio estero con Clifford Levy e Ellen Barry. Complessivamente, anche il Los Angeles Times ne ha ottenuti due (il secondo è quello per il servizio fotografico, a Barbara Davidson, per un servizio sui delitti violenti – guarda le foto).
Un altro quotidiano di primo piano come il Washington Post ha vinto il Pulitzer per la breaking news in fotografia, per l'ottima copertura del terremoto ad Haiti (guarda le foto). Per la prima volta è stato attribuito un Pulizter per un articolo pubblicato unicamente online, a Jesse Eisinger and Jake Bernstein, autori di “The Wall Street Money Machine” per ProPublica , il famoso sito di inchieste.

Pulitzer 2011, le fotografie premiate