©GettyImages

No Tobacco Day

L’uso del tabacco è la principale causa prevenibile di morte. Quest’anno oltre 5 milioni di persone moriranno nel mondo per malattie legate al fumo, vittime di malattie cardiache, ictus, tumori o patologie respiratorie. Altre 600mila - più di un quarto dei quali bambini - moriranno invece per l’esposizione al fumo passivo. È questo il terribile quadro che l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, rende noto oggi 31 maggio Giornata Mondiale senza Tabacco. Una ricorrenza questa, indetta dalla stessa OMS, che non serve solo a far riflettere le persone sui danni derivanti dall’assunzione di tabacco, ma che quest’anno serve anche a riaffermare la necessità che La Convenzione Quadro dell’OMS sul Controllo del Tabacco venga rispettata e promossa in ogni paese. Il tema della Giornata Mondiale del Tabacco 2011 è infatti “The WHO Framework Convention on Tobacco Control”. Perché solo attraverso il rispetto del WHO FCTC la lotta al tabacco, può vincere. Una lotta questa necessaria per proteggere le generazioni presenti e future dalle devastanti conseguenze sociali, ambientali ed economiche e sulla salute, derivanti dal consumo di tabacco e dall’esposizione al fumo di tabacco. Dopo aver ucciso 100 milioni di persone nel corso del XX secolo, l’uso del tabacco potrebbe infatti uccidere 1.000 milioni di persone nel corso del XXI secolo.

La Convenzione sul Controllo del Tabacco
In vigore solo dal 2005, la Convenzione sul Controllo del Tabacco, è il primo trattato sull’argomento negoziato sotto l’egida dell’Oms. È uno dei trattati abbracciati più rapidamente e ampiamente nella storia delle Nazioni Unite, con oltre 170 Paesi aderenti. Un trattato che vuole riaffermare il diritto di tutte le persone al più alto standard di salute e che offre nuove dimensioni giuridiche per la cooperazione nel controllo del tabacco.

Tra gli obblighi inseriti nella Convenzione ci sono quelli di:
• Proteggere le politiche di sanità pubblica da interessi commerciali e di altro tipo dell'industria del tabacco
• Adottare prezzi e misure fiscali per ridurre la domanda di tabacco
• Proteggere le persone dall’esposizione al fumo di tabacco
• Regolamentare il contenuto dei prodotti del tabacco
• Regolamentare la promozione dei prodotti del tabacco
• Regolamentare il confezionamento e l’etichettatura dei prodotti del tabacco
• Informare le persone dei rischi connessi al tabacco
• Vietare la pubblicità, la promozione e sponsorizzazione di tutti i prodotti del tabacco
• Offrire aiuto alle persone per porre fine alla loro dipendenza da tabacco
• Controllare il commercio illecito di prodotti del tabacco
• Vietare le vendite ai minori
• Sostenere economicamente le coltivazioni alternative al tabacco.