©Nasa

Per gli antichi era presagio di sventure, oggi la Luna rossa, priva forse di quell’alone di mistero che l’ha circondata per secoli, rimane un fenomeno suggestivo, uno spettacolo al quale non si può mancare. L’appuntamento per tutti è fissato al prossimo 15 giugno, quando la Luna, protagonista di un’eclissi totale, si mostrerà di nuovo rossa. Il fenomeno, che si ripresenta nei nostri cieli dopo un’assenza di oltre quattro anni, si concederà agli occhi degli italiani lungo l’intera penisola. La Luna sorgerà sull’orizzonte dell’Italia già parzialmente eclissata, e la fase totale inizierà alle 21:22. Il massimo dell’eclisse avverrà alle 22:12, con il nostro satellite proiettato quasi al centro del cono d’ombra terrestre. La totalità dell’oscuramento terminerà alle 23:03, ma per vedere uscire completamente il disco della Luna dall’ombra bisognerà aspettare fino alle 0:02. Questa eclisse sarà particolarmente lunga poiché si tratta di un’eclisse centrale, che quindi vedrà la Luna attraversare il cono d’ombra della Terra passando dal centro di quest’ultimo. In molte eclissi la Luna attraversa un’area marginale e meno estesa del cono d’ombra, tanto che l’oscuramento del disco lunare non è uniforme, essendo parte di esso vicino al limite dell’ombra.

Il caratteristico colore rosso è dovuto al fatto che la superficie del nostro satellite, pur essendo in ombra e dunque non illuminata direttamente dal Sole, riceve comunque una minima quantità di luce che filtra attraverso l’atmosfera terrestre.

Durante l’eclisse la Luna si troverà fra le stelle della costellazione di Ofiuco – la tredicesima costellazione dello Zodiaco. Uno spettacolo da non perdere, che sui nostri cieli si ripeterà solo nel 2015.

Tante le manifestazioni programmate lungo la penisola per seguire l’evento, come quella del Planetario di Roma, “Rosso di Luna 2011”, oppure quelle che l’UAI (Unione Astrofisici Italiani) promuovono lungo l’intero territorio nazionale all’intero della macro manifestazione denominata “La Luna Rossa” (per maggiori info http://astroiniziative.uai.it/).