Enrico Letta © Getty Images

Enrico Letta

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha convocato per le 12.30 di oggi, al Palazzo del Quirinale, Enrico Letta. La scelta del capo dello Stato per l'incarico di presidente del Consiglio del governo di larghe intese è quindi ricaduta sul vicesegretario del Pd. Segui la diretta video dal Palazzo del Quirinale. (video in fondo all'articolo )

La giornata di ieri. Consultazioni flash per il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che aveva comunque a disposizione l’esperienza dei primi incontri post elezioni per prendere una decisione su a chi affidare il nuovo governo dell’Italia dopo il voto delle Camere per il nuovo capo dello Stato e l’implosione del Partito democratico, che ha portato alle dimissioni del segretario, Pier Luigi Bersani.
E proprio con il Pd, il partito uscito vincitore dalle elezioni, Napolitano ha concluso gli incontri con i gruppi parlamentari, durati tutta la giornata di martedì 23 aprile e avviati con i presidenti di Senato e Camera, Pietro Grasso e Laura Boldrini. Al termine della giornata Napolitano avrebbe ottenuto la disponibilità alle larghe intese da Pd, Pdl e Scelta Civica, ma non avrebbe convinto del tutto la Lega, mentre Sel e Movimento 5 Stelle hanno confermato di volersi schierare all’opposizione.
Il capo dello Stato si è preso una notte per riflette sul nome che, se non ci saranno sorprese, sarà quello di Giuliano Amato o di Enrico Letta. L’obiettivo è fare in fretta – come sottolineato nel suo discorso alle Camere – si punta a fare tutto entro questa settimana per arrivare alla riapertura dei mercati di lunedì con un esecutivo in sella e immediatamente operativo; mercati che sembrano apprezzare l’affidabilità della figura di Napolitano a presidente della Repubblica italiana (lo spread Btp-Bund a 10 anni è attualmente a 267 punti).
Possibile, quindi, un incarico già oggi; poi il premier incaricato dovrà prendersi tempo per formalizzare una lista di ministri. Ma in questa fase la tempistica è importante ma non è tutto. Alcuni dei politici ricevuti al Quirinale – come riportato dall’Ansa – riferiscono che Napolitano sia ormai convinto della necessità di fare un governo forte nel quale coinvolgere figure autorevoli ma dialoganti. “Sono travagliato fra la necessità di avere esperienza e competenza e il bisogno di dare un segnale di novità e cambiamento al Paese”, avrebbe detto Napolitano ai suoi interlocutori.

Le parole di Enrico Letta e di Giorgio Napolitano dal minuto 30.40