Per effetto del recepimento del decreto del presidente della Repubblica numero 62 del 16 aprile 2013, le giunte comunali si sono dotate di nuovi codici di comportamento per i dipendenti comunali, integrando i 17 articoli pubblicati nella Gazzetta Ufficiale con provvedimenti ad hoc.
La maggior parte delle nuove restrizioni appare di buon senso poiché si va dal non sparlare dei colleghi, all’inibizione dell’utilizzo di Facebook sul lavoro. E ancora: vietato criticare l’amministrazione sui social network, vietato parlar male del sindaco o rilasciare interviste stampa, se non sono state prima autorizzate. Altre disposizioni, invece, hanno destato qualche perplessità tra i dipendenti: a Sanremo è inibito l’accesso alle sale slot e da gioco del casinò municipale; a Livorno sono vietati, invece, gli acquisti on line; a Imperia non ci si può nemmeno concedere una tazza di caffè al bar durante l’orario di lavoro.