Papa Francesco © Getty Images

Papa Francesco

L’Appartamento Pontificio è pronto, ma almeno per il momento resterà vuoto. Papa Francesco ha infatti deciso di rimanere a vivere nella Domus Sanctae Marthae, senza trasferirsi, almeno per ora, nelle stanze prima abitate da Papa Benedetto XVI. A confermarlo il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi, dopo che lo stesso Pontefice lo aveva annunciato questa mattina agli ospiti della Domus. «Al termine della Messa di questa mattina, il Santo Padre con parole molto semplici ha lasciato capire che lui intende – almeno in questa fase – rimanere ad abitare con loro nella Domus Sanctae Marthae».

Il Papa si è trasferito dalla stanza in cui abitava durante il Conclave all’alloggio più ampio destinato normalmente agli ospiti di riguardo, e lì ha anche la possibilità di ricevere più facilmente persone, avendo uno spazio un po’ più ampio. Però, per le udienze, per l’attività normale della mattina – incontri con gruppi, udienze con visitatori importanti e così via – usa già da diversi giorni l’appartamento delle udienze pontificie al secondo piano del Palazzo Apostolico, dove vi sono la Sala Clementina, la Biblioteca privata e altri ambienti proprio per questa attività ufficiale del Santo Padre. Mentre poi, come abitazione, rientra a Santa Marta.

IL RIFIUTO DELL’ANELLO D’ORO