© Meeting di Rimini per l’amicizia fra i popoli

L’estate riminese si preannuncia sotto il segno delle questioni più delicate della vita. É infatti il rapporto della natura umana con l’infinito il tema che dà il via alla XXXIII edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli e che verrà discusso nel corso della settimana dal 19 al 25 agosto nello spazio di Rimini Fiera. E quest’anno la sfida – partita dalle parole di don Giussani – che si propongo gli organizzatori della convention è quella di «testimoniare che si può essere veri uomini in qualsiasi circostanza» anche nel bel mezzo di una crisi economica e morale come quella attuale.
A inaugurare la manifestazione sarà il presidente del Consiglio, Mario Monti, che taglierà il nastro della mostra sul tema “I giovani per la crescita”, ma i sette giorni della manifestazione hanno in programma oltre 100 convegni, 10 mostre, 26 spettacoli, 10 manifestazioni sportive (scarica il programma). La sette giorni di Rimini sarà suddivisa fra momenti di riflessione, con convegni sulle grandi questioni che interrogano l’uomo, mostre all’interno e all’esterno del polo fieristico (come il Cristo morto con quattro angeli di Giovanni Bellini ai Musei comunali di Rimini) ma anche occasioni di svago con musica soul, jazz, funky e danza. Ad accendere i riflettori sugli spettacoli 2012 sarà la compagnia libanese con The Villager’s Opera mentre a far calare il sipario sarà una serata rock “All is Holy”.
Numerosi gli ospiti e i visitatori previsti e circa 4 mila volontari ad accoglierli: attesi a Rimini il ministro della Giustizia Paola Severino, degli Esteri, Giulio Terzi di Sant’Agata, del Lavoro, Elsa Fornero, dell’Istruzione, Francesco Profumo, dei Beni culturali, Lorenzo Ornaghi, dell’Ambiente, Corrado Clini, dello Sviluppo economico, Corrado Passera, e non mancheranno alti esponenti del mondo ecclesiastico ed economico oltre a grandi personalità provenienti da tutto il mondo.

Per info: www.meetingrimini.org