Si è conclusa anche per quest'anno la Mille Miglia. A vincere, per la seconda volta è il duo sudamericano Tonconogy-Berisso. Le 438 auto in gara sono arrivate in Viale Venezia a Brescia nella giornata di ieri a sancire il successo dell’edizione 2015. 2.000 le persone coinvolte nell’organizzazione della corsa, 1.600 operatori dei media accreditati, provenienti da tutto il mondo e più di 230 comuni attraversati. A determinare le classifiche sono state 84 prove cronometrate, di cui 76 tradizionali e 8 a media imposta. A spuntarla per la seconda volta sono stati i due argentini Juan Tonconogy e Guillermo Berisso, su Bugatti T 40 del 1927. Domenica mattina le auto si sono dirette alla Villa Reale di Monza, per rendere omaggio a Expo 2015, di cui è sede di rappresentanza e da lì all’Autodromo di Monza. In pista, i concorrenti hanno disputato alcune prove cronometrate e di media, misurandosi anche sul tracciato "alta velocità", recentemente restaurato. Ai vincitori, Ezio Martino Salviato e Caterina Moglia su Bugatti T 40 del 1928, è stato assegnato il Trofeo dell'Automobile Club di Milano, intitolato al grande Alberto Ascari che, proprio a Monza, perse la vita nel maggio del 1955, esattamente sessant'anni fa. Al secondo posto si sono classificati Giovanni Moceri e Lucia Galliani su Chrysler 72 del 1927 e al terzo Daniel Andre Erejomovich e Gustavo Llanos su Aston Martin Le Mans del 1933.