Un'immagine dei festeggiamenti
davanti al Comune di Milano

Di dubbi ce n’erano davvero pochi, ma da poche ore c’è anche la registrazione di Milano come sede dell’esposizione universale del 2015. Ieri, infatti, è arrivata l’investitura ufficiale del Bureau des Expositions (Bie), una votazione all’unanimità che ha iscritto il capoluogo lombardo come sede dell’Expo. Con l’ok da Parigi sono iniziati i festeggiamenti con l'inno di Mameli suonato in piazza Scala dall'orchestra civica dei Fiati, con l'esplosione di coriandoli tricolori e l'esposizione delle bandiere dell'Expo sulla sede del Comune, della Provincia, della Regione, della Prefettura e del Teatro Studio Expo, dove ha parte dei suoi uffici la società di gestione. “Siamo felici per noi e per l'Italia ha detto il sindaco Letizia Moratti che ricorda come ora inizi “una nuova fase, quella operativa. La priorità è rendere Milano più partecipe possibile dell'Expo”.

I passi verso l’Expo
Il primo via libera è arrivato lo scorso 19 ottobre quando il comitato esecutivo del Bie ha deciso di raccomandare l'approvazione del dossier di candidatura. Poi il passaggio di consegne da Shanghai a Milano il 31 ottobre, nel giorno in cui si è chiusa l'esposizione cinese. Oggi, però, con il via libera dell'assemblea generale del Bie e la consegna della bandiera, c'è l'ufficialità. “Ora è il momento di accelerare. Sono sicuro che Milano saprà essere all'altezza di questa sfida impegnativa ma anche affascinante” ha affermato questa mattina il presidente della Regione, Roberto Formigoni.

Milanow sfida Rai5
Dopo la presentazione di Rai5, che proporrà programmi specializzati sull’Expo di Milano, oggi è stato presentato anche Milanow, il canale digitale all news per Milano di Telelombardia. Lanciando una sfida ai nuovi canali del servizio pubblico, l'editore di Telelombardia Sandro Parenzo, si è detto sicuro che “il vero punto di riferimento televisivo per chi desidera essere aggiornato su Expo 2015 sarà la nuova all news milanese”.