McDonald’s perde l’esclusiva sul marchio Big Mac in Europa

L’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale (Euipo) ha deciso: McDonald’s non avrà più l’esclusiva sul marchio del suo panino più famoso. D’ora in avanti chiunque lo vorrà potrà utilizzare il nome Big Mac. Si conclude così una vicenda iniziata nel 2015 che ha per protagonisti la maggiore catena di ristoranti di fast food e Supermac’s, la catena irlandese di fast food che conta oltre 100 ristoranti in tutta l’Irlanda. Tre anni fa il gruppo irlandese aveva chiesto all’Euipo l’autorizzazione a registrare il suo marchio in tutta l’Unione, ma McDonald’s era intervenuto sostenendo che il nome ricordava troppo quello del Big Mac e aveva quindi chiesto di negare il consenso. Ma Supermac’s non si è arresa e nel 2017 si è rivolta nuovamente all’Ufficio per la proprietà intellettuale, stavolta chiedendo di revocare a McDonald’s il marchio registrato Mc e Big Mac e l’Ente gli ha dato ragione. Secondo gli accertamenti eseguiti, infatti, il colosso americano non ha dimostrato “l’uso effettivo” del marchio Big Mac in tutta l’Unione europea per cinque anni continuati, cosa che ne avrebbe consentito la tutela. McDonald’s potrà comunque fare appello.