Cominciano oggi gli esami di Maturità 2013. Per gli oltre 490 mila studenti, alle prese oggi con la prima prova, tracce che differiscono non poco rispetto a quanto ipotizzato dal toto tema della vigilia.

A sorprendere soprattutto la traccia relativa all’analisi del testo. Dal ministero si è scelto per un brano tratto da «L’infinito viaggiare» di Claudio Magris.

La relazione tra l’individuo e la società di massa, invece nel tema artistico-letterario che gli studenti hanno potuto svolgere con l’ausilio di testi di autori tra i quali Bodei, Canetti, Montale e Pasolini.

Stato, mercato e democrazia (con testi a supporto di vari autori tra i quali Krugman, Pirani e Zingales) nel tema socio-economico.

La rete della vita, ovvero il trionfo della cooperazione e della creatività a scapito della lotta, argomento del tema generale.

I Paesi emergenti, i cosiddetti Brics (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica), nel tema storico.

Dall’omicidio del duca Ferdinando nel 1914 a Sarajevo a quello di Giacomo Matteotti nel 1924, alla morte di J.F. Kennedy a Dallas nel ‘63 fino al rapimento ed esecuzione di Aldo Moro nel ’78: sono gli omicidi politici i protagonisti del tema storico-politico.

La ricerca sul cervello, infine nel tema scientifico. «La ricerca deve scommettere sul cervello» cita il titolo della traccia he prevede, tra gli allegati il riferimento al progetto «Brain» illustrato dal presidente degli Usa, Barack Obama.

IL TESTO INTEGRALE DELLE TRACCE NEL DOCUMENTO DEL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA