Il neo eletto presidente della Repubblica Sergio Mattarella

È in programma dalle 10 di questa mattina, martedì 3 febbraio, nell’aula di Montecitorio la cerimonia del giuramento che aprirà ufficialmente il settennato di Sergio Mattarella, appena eletto presidente della Repubblica. L’intervento, che potrà essere seguito anche in live streaming (in fondo all’articolo la diretta) durerà non più di 30 minuti. Il nuovo capo dello Stato ha preparato un discorso “breve e diretto” con l’obiettivo di mettersi subito in sintonia con un Paese ferito dalla crisi, puntando a tenere viva la “speranza dei cittadini che le cose possono e devono cambiare.

Le parole del Presidente 

I CONTENUTI DEL DISCORSO. Certamente il Presidente, come anticipato dall’Ansa , dedicherà una parte del suo intervento alla politica, che ha un ruolo essenziale in questa opera di ricucitura del Paese e per questo è certo che Mattarella “sosterrà e incoraggerà” il percorso riformatore. Altro punto sarà quello legato all’Unione europea. Le risposte ai problemi del Paese non possono essere solo di carattere nazionale, ma devono essere risposte europee per quanto riguarda l'uscita dalla crisi e le strategie ormai inevitabilmente comuni. E addirittura internazionali se si vuole veramente affrontare il problema del terrorismo islamico che Mattarella ha già fatto capire di non sottovalutare.
Ci sarà poco politichese e tanta Italia nel discorso che il neo presidente ha elaborato con estrema cura: saranno messi al centro dell'impianto i bisogni e le speranze dei cittadini, squarci di vita reale con le difficoltà segnate dalla crisi. Mattarella cercherà anche di spronare i cittadini, di rianimare l'orgoglio nazionale attraverso iniezioni di adrenalina che curino la malattia della rassegnazione, del “tanto non cambia niente”.

Articolo aggiornato alle 11:35 di martedì 3 febbraio