Linkontro 2022, il decalogo per naviganti nel mare dell’incertezza

Si torna in presenza al Forte Village di Santa Margherita di Pula (SS), e circa 600 tra manager e imprenditori hanno risposto al richiamo dell’interessante tema scelto per l’edizione 2022 del Linkontro organizzato da NielseIQ: Il tempo dell’incertezza – governare la complessità del presente, costruire il futuro. Con coraggio

Potenziale fine della pandemia, inflazione e guerra in Ucraina sono i leitmotiv  dell’evento, le valutazioni degli esperti che – durante la prima giornata – si alternano sul palco dal padrone di casa, ovvero l’a.d. di NielsenIQ Italia, Luca De Nard, con la sua riflessiva introduzione alle interessanti (seppur poco confortanti) considerazioni del prof. Andrea Boltho (docente al The Magdalene College di Oxford) a quelle di Paolo Magri di Ispi, passando per il giornalista Mario Calabresi, è che non sia possibile allo stato attuale fare previsioni credibili sul mondo che ci circonda.

Ma è stato soprattutto il contributo del docente di Organizzazione aziendale all’Università Bocconi di Milano, Vincenzo Perrone, a offrire i maggiori agganci ‘operativi’ alla platea. Perché alla luce dell’incertezza e dell’era della ‘policrisi’, bisogna darsi un modo diverso di pensare e di sentire per agire diversamente: “Occorre pensare in modo sistemico e non lineare, e abbiamo già gli strumenti per poter agire in questa direzione e affrontare la complessità… Bisogna finirla con le opposizioni tra intuizione e razionalità, tra pensiero razionale ed emozioni…”. E per finire, ha offerto un decalogo per naviganti nel mare dell’incertezza: 

Navigare nell’incertezza: il decalogo di Vincenzo Perrone 

  1. Siate individui interi, autentici, consapevoli;
  2. Coltivate in voi e intorno a voi emozioni positive;
  3. Ascoltate anche l’intuito e i Gut feelings ;
  4. Lasciate che le muse, i miti, la fede e la meraviglia allarghino il vostro sguardo sul mondo;
  5. Trovate il tempo per studiare;
  6. Prima di osservare il quadro, mettete in discussione la cornice;
  7. Non pensate/agite da soli: siate connettori e tirate fuori il meglio dalle persone intorno a voi;
  8. Ricordate la legge di Ashby: la varietà delle risposte disponibili deve essere tanto grande quanto sono grandi le perturbazioni;
  9. Ricordate che il vostro benessere, quello delle persone intorno a voi e del pianeta che abitate, sono una cosa sola. Tutto è in relazione!
  10. Accettate la possibilità/responsabilità di essere protagonisti di un cambio di paradigma (in meglio!)