Le quaranta spose del profeta mormone

Joseph Smith, fondatore dei mormoni, ha avuto 40 mogli, di cui una di 14 anni. Sono stati proprio i leader del movimento religioso a rivelare la verità paradossale sul passato del loro profeta, ricordato come esempio di “fedeltà monogama” all’unica sposa amata, Emma per la quale sembrava provasse un amore unico.

IL TABÙ DELLA POLIGAMIA. Si tratta di una rivelazione scottante per la Chiesa mormone, criticata di recente per la poligamia sfrenata praticata nelle alte sfere del movimento. Fare luce sul passato di Joseph Smith è stato un modo per sottolineare la condotta alla trasparenza promossa dalla Chiesa. «Joseph Smith era presentato come il profeta perfetto e questa, per molti di noi, era l’unica verità a ci credere», spiega la blogger Emily Jensen che si occupa di questioni riguardanti il movimento.

IN TELEVISIONE. A oggi la questione della poligamia è un fatto di attualità che suscita forti reazioni. Per sensibilizzare l’opinione pubblica la realtà dei matrimoni multipli è arrivata anche sul piccolo schermo (americano e non) con il docureality Sister Wives (trasmesso negli Usa da Tlc dal 2011, e in Italia su Real Time). Il programma racconta le vicende di una famiglia poligama nella società di oggi.