Le vincitrici di L’Oréal Italia per le Donne e la Scienza 2011 insieme a Umberto Veronesi

Silvia Alboni, farmacologa presso le Università di Modena e Reggio Emilia; Ilaria Cacciotti ingegnere medico presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata; Roberta Censi, tecnologo farmaceutico presso l’Università di Camerino; Chiara Gambardella, biologa presso l’Università di Genova e Agnese Ilaria Telloni, matematica presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Sono loro le cinque vincitrici del premio L’Oréal Italia per le Donne e la Scienza 2011 promosso da L’Oréal Italia in collaborazione con la Commissione Nazionale italiana per l’Unesco. Un premio questo che, attraverso una borsa di studio del valore di 15mila euro, ha l’obiettivo di sostenere economicamente l’attività di ricerca in campo scientifico delle giovani ricercatrici a cui è destinato e contribuire in maniera concreta al loro percorso professionale. Le cinque vincitrici, che si sono distinte tra quasi trecento candidature pervenute da tutta Italia per i loro progetti di ricerca nel campo delle Scienze della Vita e della Materia, sono infatti tutte giovani donne che quotidianamente si scontrano con le mille difficoltà della ricerca scientifica italiana, soprattutto se rosa. Si scontrano ma non si arrendono. E il premio vuole riconoscere proprio questo impegno, come sottolineato anche dal Professor Umberto Veronesi presidente di giuria: «Le giovani ricercatrici e in generale le nuove generazioni hanno bisogno del nostro aiuto e sono come sempre orgoglioso di partecipare a tale iniziativa perché credo nel futuro e in coloro che adesso fanno enormi sacrifici per garantire alle prossime generazioni una vita migliore».

Il premio “L’Oréal Italia Per le Donne e la Scienza” fa parte del progetto internazionale L’Oréal Unesco “For Women in Science”. Nato nel 1998 è stato il primo premio dedicato alle donne che operano nel settore scientifico. Oggi si inserisce nell’ambito di un vasto programma incentrato sulla promozione della vocazione scientifica a livello internazionale e volto a riconoscere l’operato delle ricercatrici di tutto il mondo. «Crediamo che sostenere la carriera scientifica significhi soprattutto promuovere i momenti di confronto affinché si incoraggino la nascita di nuove scoperte e delle grandi innovazioni» ha dichiarato in occasione della premiazione Giorgina Gallo, Presidente e Amministratore Delegato L’Oréal Italia.