©GettyImages

Kate Middleton

È innegabile la vera protagonista di un matrimonio è sempre la sposa. Tutti gli occhi sono puntati su di lei, scrutano ogni dettaglio che la riguarda: dall’acconciatura al trucco, da come attraversa la navata della chiesa alle scarpe che calza, fino, naturalmente, al vestito che indossa. E Kate, attesa il prossimo 29 aprile alle nozze con il principe William, futuro Re d’Inghilterra, lo sa bene. Per questo ha deciso di affidare la creazione del suo abito da sposa, quello con il quale diventerà principessa, non a uno, ma a tre diversi stilisti. Tre abiti quindi, entro i quali la bella Kate sceglierà quello perfetto. E qual è il trio degli stilisti al lavoro? Il primo è Jasper Conran, lo stesso stilista che ha già confezionato l’abito di Lady Sarah Armstrong-Jones, l’unica figlia della principessa Margaret; poi c’è Bruce Oldfield, uno degli stilisti più amati dalla principessa Diana, nel cui atelier sono state ripetutamente avvistate la madre e la sorella di Kate, Carole e Pippa Middleton; e infine Sarah Burton, la giovane stilista che ha preso le redini della maison Alexander McQueen, dopo la tragica scomparsa del sarto (creatrice dell’abito nuziale che Sara Buys utilizzò quando nel 2005 sposò Tom Parker-Bowles, figlio di Camilla). «Non intendiamo commentare alcuna indiscrezione riguardante l’abito da sposa o il suo autore – fanno sapere da St James’s Palace – perché Miss Middleton intende mantenere il segreto fino al giorno del matrimonio». Secondo Anne Chertoff, esperta di gossip reale, i tre vestiti in realtà potrebbero non esistere, e la diffusione della notizia rientrerebbe nella tattica escogitata da Kate per depistare la stampa e l’esercito dei curiosi.

Anche per Diana e per le sue nozze con Carlo furono creati più vestiti. Ma non per colmare l’indecisione della futura principessa del Galles, quanto piuttosto per paura che qualcosa fosse capitato all’originale. Due infatti furono gli abiti identici che Diana commissionò a Elizabeth Emanuel. Ma quella era un’altra storia…