© Sean Gallup/ Getty Images

©Getty Images

Settembre, suona la campanella e tra i banchi di scuola inglesi si studierà matematica finanziaria. È una novità a lungo attesa (e richiesta) da Money Advice Service che con uno studio ha dimostrato come i risparmiatori adulti, che non conoscono il significato di sigle finanziarie, perdono in media 530 euro l’anno (circa 423 sterline inglesi).
Prima è e meglio è: educare le generazioni di risparmiatori “young” a conoscere la matematica finanziaria è un buon modo per arginare futuri disastri economici. Lo studio realizzato dall’ente inglese evidenzia come la capacità di gestire e usare il denaro si apprendono entro i sette anni. Per questo motivo, la nuova disciplina, è entrata a far parte del curriculum ufficiale delle materie insegnate nelle scuole secondarie.
Secondo quanto riferisce l’articolo italiano, il progetto è stato lanciato nella scuola pilota di Manchester, la Parrs Wood High School e presto potrebbe essere esteso a tutte le scuole medie del Regno Unito.
«È molto importante che i giovani sappiano come gestire i loro soldi, un conto in banca, quali siano le conseguenze di un debito, come gestire i risparmi e che capiscano anche cos’è una pensione», commenta entusiasta Nick Gibb, il ministro della Scuola e della famiglia del governo inglese.
I giovani studenti, infatti, impareranno come gestire al meglio i propri soldi: ad esempio scopriranno la differenza tra “interesse” e preventivo, come si accende un mutuo e come funziona la carta di credito, e via dicendo.