2.000 aziende partecipanti e tra 35 mila e 40 mila appuntamenti one to one organizzati. Sono i numeri della prossima edizione del matching, la quinta, che si terrà dal 23 al 25 novembre presso il polo fieristico di milano. Organizzato da Compagnia delle Opere, associazione imprenditoriale non lucrativa che conta 34 mila aziende socie, il Matching è più di un semplice evento business to business. A tutti i partecipanti è offerta la possibilità, infatti, di avere un’agenda personalizzata di appuntamenti con potenziali nuovi fornitori e clienti. Una volta che un’azienda ha formalizzato la propria iscrizione, infatti, è contattata dagli organizzatori che stilano un report dettagliato sulle sue esigenze di acquisto, di diversificazione, di internazionalizzazione ecc., incrociano queste con le richieste di altri partecipanti e costruiscono un calendario su misura di incontri che si terranno proprio nella tregiorni milanese. Ciascun partecipante effettua mediamente 15 appuntamenti programmati, cui se ne aggiungono altrettanti organizzati sul momento, spesso trasversali o complementari rispetto alle esigenze primarie, e quindi non prevedibili all’atto dell’iscrizione. «Credo che il Matching sia una piazza di opportunità unica», spiega Enrico Biscaglia, direttore generale di Compagnia delle Opere,«perché offre l’occasione di entrare in contatto con una grande quantità di organizzazioni in modo “guidato”. Al Matching l’imprenditore non è lasciato solo nel suo tentativo di orientarsi all’interno di un gran numero di opportunità di contatto con altri imprenditori: infatti l’ampiezza e la vastità di opzioni possono diventare un limite per chi non sa dove e come indirizzarsi. Per questo le persone che lavorano in Cdo cercano di conoscere l’impresa, le sue esigenze, individuando quali sono tra le tante opportunità quelle più interessanti, quelle che meritano un incontro. In questo senso offriamo un servizio di accompagnamento, di guida al business». Esigenza tanto più avvertita in un difficile contesto economico come l’attuale. «Il Matching» afferma Enrico Biscaglia «si svolge in un momento importante e delicato. L’anno scorso proprio in queste settimane iniziava a comprendersi la profondità della crisi. Poter affrontare uno scenario così difficile in un contesto che favorisce le relazioni di business è sicuramente l’aiuto più grande di fronte alla difficoltà dei mercati. A questo proposito è significativo il fatto che Fiat abbia contattato la nostra sede di Torino chiedendo che alcuni suoi fornitori fossero coinvolti nel Matching. Così abbiamo incontrato queste imprese, abbiamo spiegato loro il meccanismo della manifestazione e molti di loro hanno deciso di partecipare. Questo significa che Fiat ha visto il Matching come un’opportunità concreta attraverso cui i suoi fornitori possono ampliare il proprio business e così ridurre gli effetti della crisi. È evidente che la crisi c’è, ma gli atteggiamenti che ne derivano possono essere molto differenti: è possibile restare fermi oppure darsi da fare per cambiare la situazione».

I contenuti

Al di là delle necessità particolari dei singoli partecipanti ci sono poi una serie di argomenti di interesse specifico per settore, oppure trasversali a più comparti e oggetto di approfondimento nell’ambito di incontri pubblici, seminari e workshop. Tra questi, per esempio, la presentazione del progetto di social housing in edilizia convenzionata Sms - Social Main Street di Milano. «L’edizione 2009 si caratterizza per il fatto di porre a tema due leitmotiv, internazionalizzazione e innovazione (i medesimi che danno il titolo alla manifestazione di quest’anno, ndr)», prosegue Enrico Biscaglia, «che abbiamo giudicato i migliori strumenti per affrontare e superare la crisi. Questo significa che faremo dei focus sulle opportunità offerte da differenti mercati esteri. In particolare concentreremo la nostra attenzione sulla Russia, Paese per il quale lo scorso anno avevamo riscontrato un grande interesse da parte di imprenditori e manager. Saranno presenti alla manifestazione con una loro delegazione istituzioni, governatorati, province e importanti città russe. In questa stessa ottica abbiamo deciso di potenziare la presenza di buyer e aziende provenienti dall’estero, con la collaborazione dell’Ice. A queste ultime, circa un centinaio, diamo la possibilità di partecipare a un costo che è la metà di quello pagato dagli italiani (3mila euro) perché agli oneri di partecipazione si aggiungono anche tutti quelli relativi alla trasferta internazionale se non intercontinentale. Quest’anno saranno presenti al Matching buyer e imprese provenienti da 44 Paesi di tutti i continenti. Sul tema dell’innovazione, invece, continueremo a lavorare su tre fronti: individuazione degli scenari che si prospetteranno nel medio e lungo periodo nei vari settori; creazione di contatti tra il mondo della ricerca, centri specializzati e università, e quello dell’impresa; e diffusione della conoscenza delle opportunità di innovazione». A questo scopo Cdo distribuirà a tutti i partecipanti al Matching due Vademecum, rispettivamente sull’internazionalizzazione e sull’innovazione, che si propongono come un facile strumento di consultazione e di supporto in questi ambiti. Tra gli incontri pubblici programmati, quello di inaugurazione, cui sono stati invitati il ministro del Lavoro, della salute e delle politiche sociali Maurizio Sacconi e il governatore della Lombardia Roberto Formigoni, introdotti dal presidente di Cdo Bernard Scholz, le Conversazioni Imprenditoriali, dove saranno presentate le testimonianze di manager protagonisti dell’innovazione e dell’internazionalizzazione, la premiazione del concorso Award della Sostenibilità dove il rettore dell’Università cattolica di Milano, Lorenzo Ornaghi, attribuirà riconoscimenti alle imprese più attive con protocolli e progetti nell’ambito della sostenibilità ambientale. Tra l’altro quella del 2009 sarà la prima edizione del Matching certificata a Impatto Ambientale Zero, il che implica attività volte a compensare le emissioni di CO2 dell’evento in un’ottica di salvaguardia dell’ambiente e di risparmio energetico.