Google Wallet, i pagamenti via cellulare scatenano Paypal

Si chiama Google Wallet e trasforma il telefonino in un sistema di pagamento senza fili. Niente più portafogli o carte di credito, tutte le operazioni di cassa si effettuano via cellulare grazie alle onde corte gestite attraverso la tecnologia Nfc (Near field communication) che permettono un rapido scambio di dati tra telefonino dell'acquirente e terminale del commerciante. Il sistema è stato realizzato in partnership tra Google, Citigroup e Mastercard e sarà disponibile su tutte le piattaforme, non solo per gli smartphone Android.
Il servizio al momento sarà limitato alle città di New York e San Francisco, ma sta già facendo parlare di sé in tutto il mondo soprattutto per la denuncia che Paypal ha fatto ai danni di Google per violazione di segreti commerciali. Nel mirino sono finiti due ex dipendenti della società di pagamenti online, ora assunti da Google. Secondo la documentazione presentata in tribunale Osama Bedier, un ex dipendente Paypal e assunto a gennaio da Google, avrebbe infranto alcuni accordi con il suo precedente datore di lavoro. Bedier era incaricato di gestire accordi relativi alle applicazioni per il sistema operativo Android. Google ha preferito non commentare anche perché afferma di non aver ancora ricevuto una copia della denuncia.