GFK, tornano a crescere elettronica di consumo e grandi elettrodomestici

È un momento positivo questo per il mercato dell’elettronica di consumo in Italia. A dirlo i dati ufficiali diramati da GFK, secondo cui nel 2018, dopo alcuni anni di calo del fatturato, finalmente i punti vendita fisici hanno registrato una crescita, facendo segnare il +0,5% su base annua. Il picco di vendite è stato a novembre (+12,9%), il mese del black friday (divenuto praticamente un black weekend, se non una black week) e del cyber monday, a dimostrazione del grande impegno promozionale messo in campo dalle imprese. Lo scorso anno, dunque, il commercio online è stato meno impattante del previsto: ogni 100 euro destinati dagli italiani all’acquisto di prodotti elettrici ed elettronici, circa 85 sono stati spesi nei negozi fisici e circa 15 tramite siti e applicazioni.

Ma quali sono i prodotti più gettonati dai nostri connazionali? Sicuramente i cellulari: il settore della telefonia, infatti, ha guadagnato il 6,7%. Molto bene anche i grandi elettrodomestici, che hanno chiuso il 2018 con il + 3%: un ottimo risultato se si pensa che tradizionalmente il comparto è soggetto a oscillazioni molto modeste. “Dopo i primi due trimestri non incoraggianti, la domanda ha ripreso quota nella seconda parte dell’anno e questo non può che darci coraggio per il 2019” ha commentato Andrea Scozzoli, presidente dell’Aires, l’associazione che riunisce le principali aziende e gruppi distributivi specializzati di elettrodomestici ed elettronica di consumo.