© Getty Images

Prima crisi di governo per il primo ministro Manuel Valls: dopo le feroci critiche del ministro dell’Economia, Arnaud Montebourg, contro la politica di austerità imposta all’Europa dalla Germania, il premier si dimette.
Il presidente François Hollande ha incaricato Valls di costituire un nuovo governo «in coerenza con gli orientamenti definiti per il nostro Paese» come sottolinea una nota dell’Eliseo.
Il ministro Montebourg, in una recente intervista rilasciata a Le Monde , ha sparato a zero sulle linee guida di austerity imposte dalla cancelliera Angela Merkel all’Europa, chiedendo quindi un riordinamento della politica economica del governo e dell’UE.
«Quando dico Germania, parlo della destra tedesca che sostiene Angela Merkel. La Francia non ha alcuna intenzione di allinearsi agli assiomi ideologici della destra tedesca. La Bce deve cambiare marcia e mettersi a fare quello che fanno tutte le banche centrali del mondo, in particolare quelle dei paesi che hanno saputo far ripartire la loro crescita», ha precisato Montebourg, aggiungendo poi che l’Europa, per uscire dalla recessione dovrebbe seguire l’esempio del premier Matteo Renzi in Italia.

Germania, le imprese perdono fiducia: leggi di più