Il Welfare aziendale, perché puntare sul work-life balance dei lavoratori è un’occasione irripetibile di innovazione sociale e culturale, con conseguenze positive in termini di produttività, crescita e competitività; e l’Agenda Digitale, perché la scadenza del 2020 si avvicina e l’Italia rischia di non essere protagonista della rivoluzione digitale e di non riuscire a perseguire l’obiettivo della creazione di un Mercato Unico Digitale. Sono queste le due sfide fondamentali che pubblica amministrazione e aziende devono avere il coraggio di cogliere per fare importanti passi avanti sia a livello culturale che competitivo, traghettando il Paese furi dalla crisi economica. Due sfide che saranno anche al centro del quarto Forum Public Affairs, in programma il 17 marzo a Roma, nell’Aula dei gruppi parlamentari della Camera dei Deputati.

L’evento, organizzato da Comunicazione Italiana, è un’occasione di incontro tra i protagonisti del Public Affairs, della comunicazione delle imprese e i decision maker del mondo delle istituzioni, dell’informazione e dell’economia. L’obiettivo è quello di creare una discussione collettiva, un’alleanza trasparente tra pubblico e privato, utile a comprendere come possa la P.A. supportare le aziende nel percorso di crescita nazionale, e come possano le imprese riuscire a dare il proprio contributo per l’interpretazione della realtà e per costruire il futuro del Paese.