Festa dei nonni 2018: grazie a loro le famiglie italiane risparmiano 2.000 euro al mese

Oggi si celebra la festa dei nonni, compagni di gioco e di crescita preziosissimi per i bambini e tesoro inestimabile per le famiglie italiane. Grazie al loro aiuto, infatti, ogni nucleo famigliare arriva a risparmiare all’incirca 2.000 euro al mese. A fare i calcoli è stato Pronto Pro, portale di servizi professionali, che ha cercato di stabilire quale potrebbe essere il giusto compenso se i nonni dovessero essere pagati per tutto quello che fanno per i figli e i nipoti. Ebbene, considerando tutte le attività che svolgono dentro e fuori casa e le relative paghe orarie riconosciute a chi esercita questi mestieri come lavoratore professionista, il sito ha stabilito che ai nostri super senior dovrebbe essere riconosciuto uno stipendio di circa 2.000 euro al mese. Cifra che, proprio in virtù della presenza e disponibilità degli anziani genitori, ogni coppia non è costretta a decurtare dal budget famigliare.

I nonni non sono solo dei baby sitter

Del resto, le mansioni di cui si occupano i nonni sono tante e tutte importanti. Oltre a essere dei fantastici baby sitter, che accudiscono i nipoti, all’occorrenza sanno trasformarsi in figure diverse. Innanzitutto in animatori, in grado di giocare con i bambini e intrattenerli con le più svariate attività. Figure che, se “assunte” al di fuori dell’ambito famigliare, costano anche 50 euro all’ora secondo i costi medi dei preventivi inviati su ProntoPro dai professionisti iscritti. Poi sono degli chef e delle colf, sempre pronti a cucinare un pasto caldo per tutta la famiglia e a dare una rassettata in casa: due lavori che vengono pagati, rispettivamente, 50 euro e 7 euro all’ora. Che dire poi del ruolo di autista privato, che scorrazza i ragazzi a scuola, alle feste di compleanno, ai corsi extra scolastici? Professionisti che guadagnano 15 euro all’ora. Senza dimenticare che non di rado sono dei counselor che dispensano consigli ai nipoti e li supportano quando sono in difficoltà (il costo orario medio di questi professionisti è di 55 euro), degli event planner che propongono e organizzano pranzi e cene di famiglia, compleanni e così via (la remunerazione va dal 10 al 20% del costo del lavoro), dei tutor privati che aiutano con lo studio e i compiti (un tutor privato costa dai 15-20 euro all’ora), dei dog sitter (con un guadagno di 20 euro all’ora) e dei “tappabuchi” per le emergenze (la paga in questo caso è di 25 euro all’ora).