©Getty Images

L’intelligenza artificiale è uno spreco di soldi. A dirlo sono oltre 600 scienziati in rivolta contro lo Human Brain Project , lo studio da un miliardo di euro che punta a costruire un cervello tecnologico in grado di replicare tutte le funzioni di quello umano.

Cento istituzioni, 24 Paesi coinvolti, eppure per molti studiosi il progetto sarebbe solo uno spreco di soldi, soprattutto in un periodo di difficoltà nella ricerca di fondi. Eppure lo Human Brain Project è uno dei due progetti “faro” dell’Unione Europea (l’altro è sul grafene) per i prossimi dieci anni ed è stato scelto in una rosa di dieci studi di ambito medico. Agli Stati membri è toccato collaborare con metà della cifra totale.

Gli scienziati sono molto critici sulla finalità del piano: se manca ancora un’idea chiara sul funzionamento della mente umana, come si fa a pensare di replicarlo in modo artificiale?