Tre anni e quattro mesi di reclusione per bancarotta. È la decisione della Quinta sezione penale della Cassazione che ha confermato la pena inflitta, nel 2008, dalla Corte d’appello di Firenze nei confronti dell’imprenditore Vittorio Cecchi Gori. Secondo l’accusa l'ex patron della Fiorentina aveva distratto dalle disponibilità del club di Firenze diverse decine di miliardi di vecchie lire. La condanna è coperta dall'indulto per un periodo di tre anni; con Gori è stato condannato anche Luna, ex dirigente della squadra viola, a due anni e quattro mesi di reclusione.