© Getty Images

Arriverà a dieci giorni dal termine ultimo della prescrizione la sentenza definitiva della Corte di Cassazione che stabilirà se Domenico Dolce e Stefano Gabbana sono innocenti, come da essi sempre ribadito, o colpevoli di omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, come sostiene la Procura di Milano secondo la quale hanno violato l'articolo 5 del decreto legislativo 74 del 2000 non dichiarando i redditi della Gado, la società lussemburghese alla quale i due stilisti avevano ceduto i marchi del gruppo. Nell’interpretazione della Procura la Gado sarebbe una società esterovestita.

Lo scorso aprile la Corte di Appello di Milano aveva giudicato i due stilisti colpevoli del reato a loro ascritto e li aveva condannati a un anno e sei mesi di reclusione ciascuno.

Essendo nel frattempo intervenuta la prescrizione sui flussi relativi ai redditi del 2005, anche in caso di conferma della condanna la pena finale dovrebbe essere decurtata di un paio di mesi.